Portici, chiuso centro scommesse abusivo

Portici, chiuso centro scommesse abusivo

Durante un controllo di una sala giochi in via Cellini la polizia ha scoperto delle irregolarità all’interno del suddetto, la titolare della sala giochi aveva adibito il locale a centro scommesse senza licenza. La notizia su Ilgazzettino.com

I poliziotti del commissariato PS Portici-Ercolano, nel pomeriggio di ieri hanno effettuato dei controlli presso una sala giochi in via Cellini.
Gli agenti hanno accertato che la titolare, una donna di 30anni, titolare di una licenza comunale di Sala Giochi aveva trasformato i locali in una sala scommesse con 4 postazioni per la ricezione delle giocate e altre 4 postazioni dove gli avventori potevano giocare al poker online; tutto in violazione alla legge che prevede, per questo tipo di attività, che la società sia titolare di concessione della AAMS e, conseguentemente, il rilascio di una licenza di Polizia.
Inoltre, i poliziotti hanno accertato che nella sala vi era un terminale dedicato esclusivamente alle scommesse sulle corse cinofile.
La donna è stata deferita all’A.G. e la sua licenza ritirata in quanto non solo non effettuava l’attività di sala gioco ma la stessa aveva, tramite l’abbattimento di una parete, allargato l’attività in altro locale attiguo senza rispettare le prescrizioni urbanistiche ed edilizie in materia di agibilità, di destinazione d’uso, di conformità edilizia e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Gli agenti hanno posto sotto sequestro 13 televisori, 6 stampanti termiche per l’emissione delle bollette da gioco, un terminale per scommettere sulle corse dei cani ed altro materiale elettronico; anche i locali sono stati sottoposti a sequestro e messi a disposizione dell’A.G.

Potrebbe anche interessarti