La morte di Maradona poteva essere evitata. La perizia: Diego è stato abbandonat

La morte di Maradona poteva essere evitata. È il risultato della perizia disposta dai magistrati argentini per far luce sul decesso di Diego Armando Maradona avvenuta il 25 novembre 2021. “Nel decesso hanno inciso in maniera decisiva  – affermano i periti secondo quanto si apprende dai media sudamericani- omissioni di soccorso e una generale negligenza nel trattamento e nelle cure riservate al paziente“.

Una condotta cui potrebbero dover rispondere il  neurochirurgo Leopoldo Luque e la psichiatra Agustina Cosachov, che avevano in cura il pibe de oro.

Le cause della morte di Maradona

La morte di Maradona è stata provocata dal concorrere di diversi fattori. La perizia medica parla di un arresto cardio respiratorio provocato da una grave insufficienza cardiaca, un edema polmonare e un’acuta cirrosi. Queste sarebbero state trascurate, portando Diego al decesso. Non si trattava di patologie tali da non poter essere opportunamente curate.

L’abitazione in cui viveva Diego, inoltre, secondo gli autori della perizia era totalmente inadeguata e priva della strumentazione minima richiesta a curare Maradona, il quale sarebbe stato addirittura completamente abbandonato gli ultimi giorni della sua vita.

Potrebbe anche interessarti