La fidanzata lo lascia e lui non accetta: prima perseguita lei poi picchia il padre con una mazza da baseball

marcianise violenza mazza baseball

Marcianise – perseguita l’ex ragazza e colpisce il padre con una mazza da baseball. Non accettava la fine della loro relazione, per questo motivo un ragazzo di 20 anni ha perseguitato l’ex fidanzata di 17 anni arrivando persino a picchiare il padre con una mazza da baseball. Per questo motivo è stato arrestato, su ordine della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, il 20enne originario di Marcianise.

Ad ammanettarlo sono stati i carabinieri della Stazione di Macerata Campania: il ragazzo è finito in carcere con le accuse di atti persecutori, minaccia aggravata, danneggiamento, violenza privata e lesioni personali aggravate.

Il ragazzo perseguitava la minore, appostandosi sistematicamente presso la sua abitazione e avanti alla sua scuola, danneggiando la finestra della casa e la porta d’accesso, minacciando ripetutamente la ragazza di ucciderla, giungendo persino ad intimidire i familiari della ragazza.

Il culmine della violenza è nell‘aggressione ai danni del padre di quest’ultima che, il 23 aprile, veniva raggiunto alla guida della propria auto, costretto a scendere dalla stessa dopo un intenzionale tamponamento e, poi, colpito ripetutamente al capo con una mazza da baseball.

L’ennesimo episodio di violenza ai danni di giovani ragazze costrette a vivere nell’incubo di una relazione che le soffoca. Un’episodio simile è avvenuto la scorsa settimana sempre in provincia di Caserta, dove un ragazzo non accettando la fine della relazione con la sua ex fidanzata l’ha morsa e presa a pugni.  Violenza che purtroppo non ha lasciato scampo ad Ylenia morta carbonizzata e uccisa dall’uomo che frequentava.

Potrebbe anche interessarti