Brucia ancora la Terra dei Fuochi: cittadini preoccupati per l’aria irrespirabile

terra dei fuochi
Foto Facebook – Terra Nostrum Trentola Ducenta

Brucia ancora la zona della Terra dei fuochi, rendendo irrespirabile l’aria per i cittadini. Sono tante le segnalazioni di questa mattina su una cappa di fumo che ha invaso i cieli di Trentola Ducenta, Parete e la zona di Giugliano. Ieri sera, proprio a Giugliano, un rogo tossico si è sviluppato all’ingresso del campo rom. Solamente pochi giorni fa è stato denunciato un altro rogo in zona.

Brucia la Terra dei Fuochi – la denuncia dei cittadini

Il fumo si è sparso in tutte le città della zona e sono tanti i cittadini che questa mattina si sono risvegliati avvolti in una nube tossica e pericolosa per la salute. A denunciare la cosa è la pagina Facebook Terra Nostrum Trentola Ducenta che punta il dito sulle istituzioni. Nella foto pubblicata si vede il rogo alle spalle del campo rom e una camionetta dei militari appostata fuori.

Ecco perché il problema non sarà mai risolto. Fin quando non si daranno pieni poteri ai militari di poter intervenire in modo concreto, saremo sempre avvelenati dai roghi tossici. Invece assistono da spettatori alle centinaia di roghi tossici appiccati h24“.

Tanti i messaggi di sconforto e preoccupazione anche sul gruppo Facebbok “Sei di Parete se..”, testimonianze di un risveglio traumatico. “Stamattina mi sono svegliato alle 5:50 non riuscivo a respirare. I nostri parlamentari di riferimento, i consiglieri regionali della nostra zona, la Politica che tutto smuove in tempo di elezioni dov’è? Perché nessuno si muove?” – scrive un utente.

Anche un’altra persona racconta la sua esperienza, vissuta ieri sera una volta rientrato a casa dopo lavoro: “Prendo il motorino e faccio un giro in tutta Parete, e mi rendo conto che era avvolta in una cappa di morte. Iniziano a bruciare gola e occhi e cerco di arrivare a casa solo pensando alla mia famiglia sperando che abbiano le porte chiuse. È diventata una cosa insostenibile, stanno ammazzando i nostri figli con molta calma e in silenzio“.

Potrebbe anche interessarti