MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Salerno, pubblicano video hot dell’ex fidanzata in chat di revenge porn: indagati due minorenni

Condivide un video sessualmente esplicito della sua ex fidanzata minorenne con l’unico scopo di danneggiarla. Si tratta dell’ennesimo caso di revenge porn accertato e denunciato avvenuto a Salerno.

Come riportato da SkyTg24, gli investigatori hanno accertato che dietro la condivisione di suddetto video ci fossero due minorenni, ovvero l’ex fidanzatino della ragazza ed un suo amico. In questi giorni, gli agenti della Polizia Postale e la sezione di polizia giudiziaria dei carabinieri hanno effettuato le indagini che hanno condotto ai due adolescenti. Grazie ad accertamenti tecnici, è stato possibile ricostruire diversi episodi legati a tale fenomeno.

Il minore si è servito delle note app di messaggistica Telegram e Whatsapp per rendere pubblico il video della ragazza ricevuto precedentemente dall’amico. L’adolescente, condividendo tali immagini della sua ex, aveva un intento molto chiaro, ossia quello di danneggiarla. Velocemente, infatti, il video ha raggiunto centinaia di persone.

Salerno – revenge porn ai danni dell’ex

Durante le indagini è inoltre emerso una grande quantità di materiale pedopornografico ritraente altre minorenni in possesso dei due indagati. Tali immagini ritraevano anche ragazze di giovanissima età mentre posavano in atteggiamenti intimi. Gli investigatori ritengono che questo materiale sia arrivato in loro possesso attraverso il nuovo ed allarmante fenomeno del sexting. Un fenomeno molto diffuso tra i giovani, che prevede lo scambio di foto e video ‘hot’ in rete.

Secondo la ricostruzione effettuata dagli inquirenti, uno dei due adolescenti avrebbe effettuato un vero e proprio baratto per ottenere tale materiale, provocando così una diffusione difficile da fermare dei contenuti pedopornografici. Rinvenuto in uno dei telefonini dei due minorenni anche un annuncio pubblicitario che lascia poco spazio alla fantasia. “Scambio foto della mia ex per pedo – sarebbe scritto sull’annuncio, corredato da un’immagine intima di una minore di origini salernitane.

Attualmente, i due adolescenti salernitani sono destinatari di un’ordinanza cautelare che dispone il collocamento in comunità. Entrambi i ragazzi sono ritenuti responsabili di gravi episodi di revenge porn e di diffusione di materiale pedopornografico.

Potrebbe anche interessarti