Mugnano, sposa prega davanti alla tomba del padre: la foto che ha commosso tutti

sposa cimitero
Foto Angelica Casaccia

Con il suo candido abito da sposa in un cimitero, Alessia ha gli occhi chiusi e il volto pensieroso, intenta a raccontare al padre la giornata che sta per vivere. E’ questa la foto che da poche ore sta facendo l’intero giro del web emozionando tutti. Alessia avrebbe voluto condividere quel giorno così importante insieme al suo papà, che avrebbe dovuto accompagnarla all’altare e invece l’ha potuta guardare solo dall’alto.

LEGGI ANCHE: Festeggiano le nozze d’oro in autogrill, lo stesso dove si sposarono 50 anni fa

Ma per Alessia il padre era una figura troppo importante e stare senza di lui quel giorno proprio non ne voleva sapere. Il suo desiderio più grande era andarlo a salutare, farsi vedere con l’abito da sposa.

Una foto molto particolare che è stata pubblicata sul gruppo Facebook “Mugnano Libera” dalla stessa fotografa che l’ha scattata, che ha voluto raccontare la storia di questo fermo immagine. “La foto che mai e poi mai avrei pensato di fare. Una sposa al cimitero. Alessia è speciale, una di quelle persone che nonostante le difficoltà incontrate durante il suo cammino, è grata alla vita!

È una donna che ringrazia, ringrazia tanto ed è riconoscente alle persone che ama, alle persone che sono presenti, ed essere riconoscenti purtroppo è una prerogativa per pochi. Probabilmente queste sono le caratteristiche che mi hanno colpito di più in lei.

Alessia mi ha mandato un vocale, dicendomi che il suo desiderio più grande prima di andare in chiesa era quello di passare al cimitero a salutare il papà. “Angelica possiamo?!” “Possiamo? Sei la sposa, è il tuo giorno andiamo dove vuoi.”


Entrando in quel cimitero mi sono resa conto di quanto “sono piccola” ma soprattutto di quanto sono fortunata. Mi si è stretto il petto e avuto un nodo in gola. Quando entri nelle case delle persone diventi parte di un qualcosa questi aprono i loro sentimenti a te e ti raccontano le loro storie e credetemi quando vi dico che è un privilegio”.

Potrebbe anche interessarti