Video. La criminalità organizzata e le corse clandestine dei cavalli

Corse clandestine

La testata siciliana online LaSpia.it ha parlato di corse di cavalli e scommesse clandestine, gestite spesso dalla criminalità organizzata, un giro consistente di denaro sotto gli occhi di tutti in piena luce del giorno, e Catania e Napoli (insieme ai comuni delle proprie province) sono le città dove questo fenomeno è più presente.

Non può che esserci la malavita dietro le corse clandestine: servono controllo delle strade lungo le quali farle svolgere, le droghe da somministrare ai cavalli, il sistema per gestire le scommesse, gli appoggi per far scomparire gli animali. Equini che vengono abbattuti quando cominciano a calare nella forza fisica, quando le droghe li hanno distrutti, che non di rado vengono venduti e macellati destinandoli al consumo alimentare.

Un sistema, come già affermato, che nessuno nasconde, anzi, sono gli stessi fantini e i proprietari dei cavalli spesso a raccontare e vantarsi di quello che fanno, di come, per esempio, il proprio animale sia reattivo, con gli da pazzo, fremente, grazie alle nuove sostanze somministrategli. Una follia e una meschinità documentate attraverso numerosi video postati su Youtube dai diretti interessati, i quali non si rendono conto di ciò che compiono, oppure non se ne curano nemmeno, essendo le pene previste un rischio quasi irrisorio rispetto alla prospettiva di forti guadagni. E i tutori della legge? Possibile che non si accorgano di fatti tanto palesi? O sono inetti o chiudono un occhio, forse entrambi, per aprire qualcos’altro. Delinquenza e Italia, la nazione dove il gioco vale la candela.

Ecco uno dei molti video che è possibile trovare in Rete:

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=Pj0I_Z_BxI4[/youtube]

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più