Nubifragio a Catania, strade e case invase dall’acqua: morto annegato un 53enne

Il maltempo continua a devastare il Sud Italia colpendo in particolare la città di Catania dove, in queste ultime ore, un uomo è morto annegato.

Maltempo al Sud, a Catania uomo morto annegato

Soltanto ieri, a Scordia, un uomo era stato ritrovato morto. Quest’ultimo sarebbe stato travolto da un fiume di fango e detriti insieme a sua moglie che risulta ancora dispersa. L’ondata di maltempo in Sicilia, così come in Calabria, sembra non placarsi assumendo i tratti di una vera e propria emergenza.

Poche ore fa a Gravina di Catania si registrata un’altra vittima. Si tratta di un uomo di 53 anni, e non di una giovane donna come erroneamente comunicato inizialmente dalle agenzie, annegato nel fiume in piena creato dal nubifragio. Stando alle prime ricostruzioni l’uomo sarebbe sceso dall’auto per poi essere travolto dalla furia dell’acqua.

Le violente piogge hanno provocato l’allagamento delle strade e l’esondazione di alcuni corsi d’acqua creando non pochi disagi alla popolazione. Diverse sono le abitazioni e i veicoli travolti dall’acqua così come il mercato della Pescheria, l’ospedale Garibaldi e la zona industriale etnea. Il nubifragio ha causato problemi di viabilità portando alla chiusura di alcuni tratti stradali. Il mare agitato, inoltre, sta rendendo difficile anche la navigazione della nave della Ong Medici Senza Frontiere.

Luciano Cantone, portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, ha comunicato: “In queste ore un violento nubifragio sta colpendo la città di Catania, sommergendo abitazioni, attività e veicoli, mettendo a rischio la vita di chi è a piedi”.

“Le segnalazioni ai Vigili del Fuoco ormai non si contano più e i danni sono tanti e gravi, senza contare le vittime, come la persona venuta a mancare in queste ore a Gravina di Catania. E’ stata appena convocata una riunione urgente dalla Prefettura per affrontare la situazione. Rimanete in casa se potete e siate prudenti”.

Anche Legambiente Catania ha lanciato l’allarme sulla situazione che, nelle prossime ore, potrebbe addirittura peggiorare: “Occorrono aiuti da parte del Governo centrale. Giovedì e venerdì è prevista l’allerta peggiore”.

Intanto l’Università di Catania è intervenuta per denunciare una fake news circolata in rete, con tanto di video, sul catastrofico allagamento dell’ateneo. Quelle immagini, infatti, sono già in rete dal 2018 e non riguardano il polo universitario in questione.

Potrebbe anche interessarti