Don Emilio al Cotugno in gravi condizioni, non è vaccinato contro il Covid: è stato intubato

don emilio tamburrino parroco
Foto: Solenni Festeggiamenti in Onore di Maria Ss della Rotonda, pagina Facebook

Si trova in condizioni di salute molto critiche don Emilio Tamburrino, parroco della chiesa di San Pietro Apostolo a Parete, in provincia di Caserta. Lo scorso 16 novembre il sacerdote, positivo al coronavirus, era stato ricoverato presso l’ospedale Cotugno di Napoli secondo quanto comunicato proprio dalla parrocchia attraverso dei post su Facebook. Stando a quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, sembra che Don Emilio non fosse vaccinato contro il Covid a causa di problemi di salute che avrebbero generato dei timori.

Nei giorni scorsi i fedeli sono stati informati di un peggioramento dello stato di salute di don Emilio. Il 26 novembre la parrocchia ha scritto: “È cominciato il via vai di messaggi e chiamate per verificare se lo scoop sia veritiero. Ebbene SI, la situazione di don Emilio è diventata più delicata. Nel tardo pomeriggio è stato intubato. Capisco che l’affetto, che ci lega a lui per questi numerosi anni di ministero di Parroco con i quali ci ha accompagnati fino ad oggi, ora sia fonte di preoccupazione e di domanda però facciamo quello che lui vorrebbe e che ci ha sempre insegnato. Silenzio e preghiera, chiedendo al Signore di esaudire la nostra preghiera e restituirgli la piena salute perché possa tornare ad occuparsi del gregge a lui affidato”.

Di ieri invece un messaggio di don Maurizio Patriciello, che si affida alla Madonna e invita tutti alla preghiera: “A TE, MADRE, CHIEDIAMO LA GRAZIA DELLA GUARIGIONE DEL CARO DON EMILIO TAMBURRINO. È solo una statua di legno, lo so. Ma rimanda a Maria, la madre di Gesù. La donna che sa piangere, la donna che perdona. Basta dire: “ Maria!” e già il cuore gioisce. Ogni generazione dovrà tessere le sue Lodi. Ognuno, se lo vuole, può chiamarla “ Madre”. Con Maria non mi sento mai solo. Di Maria si sono innamorati milioni di credenti. Non c’è un santo che non l’abbia amata. Affido alla Madonna di Fatima ognuno di voi, le vostre famiglie, i vostri sogni, le vostre speranze. Vi benedico. Padre Maurizio Patriciello”.

Potrebbe anche interessarti