Istiga un litigio per rubare un borsello: arrestato ma la pena è stata sospesa

Finge di voler litigare e ruba indisturbato il borsello della vittima una volta distratta. È la tattica applicata da un 31enne residente presso il campo rom della zona ASI giuglianese. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai Carabinieri della Sezione Radiomonile della Compagnia di Giugliano in Campania con l’accusa di furto aggravato.

La vicenda è avvenuta presso un bar della circumvallazione esterna. Su richiesta del titolare, sono arrivati i militari sul posto, prendendo atto di ciò che stesse accadendo. Era in corso una lite tra due clienti. Come gli stessi Carabinieri hanno constato, il 31enne fermato, grazie alla scusa di voler attaccare briga, è stato in grado di distrarre l’altro avventore. Una volta riuscito nell’intento, l’uomo già noto alle forze dell’ordine si impossessa del borsello dell’offeso per poi darsi alla fuga.

Ruba un borsello e poi scappa: denunciato 31enne a Giugliano per furto aggravato

I Carabinieri hanno quindi visto i filmati della giornata, registrati dalle telecamere del locale. Grazie ai video della scena, i militari hanno riconosciuto l’autore del furto, dirigendosi quindi presso la sua abitazione. Fermato quindi il 31enne, il quale era a bordo di un’auto, dalle Forze dell’Ordine appena arrivato a casa. L’uomo, al suo arrivo, aveva con ancora il borsello della vittima tra le mani, nel quale all’interno c’erano circa €300. Restituita tutta la refurtiva al legittimo proprietario. Denunciato, invece, il 31enne di furto aggravato. Attualmente l’arrestato, all’esito del giudizio per direttissima, è stato condannato a 8 mesi con pena sospesa.

Potrebbe anche interessarti