Funerali Rosa, il dolore della mamma: “Sento ancora il pianto di quando sei nata”

Vita Web Tv

Questa mattina a Grumo Nevano si sono svolti i funerali di Rosa Alfieri tra la commozione dei presenti e il dolore profondo dei familiari che hanno voluto dedicarle una lettera.

Funerali di Rosa Alfieri: i familiari le dedicano una lettera

L’autopsia sul corpo della 23enne ha confermato la morte per strangolamento escludendo, tuttavia, l’ipotesi di violenza sessuale. Intanto è stato convalidato il fermo di Elpidio D’Ambra, il 31enne accusato dell’omicidio, che ha confessato di aver agito spinto da alcune voci che sentiva nella propria testa. Per tale motivo il suo legale ha chiesto la perizia psichiatrica.

Questa mattina presso la basilica di San Tammaro la folla si è riunita per dare l’ultimo saluto alla giovane vittima che ha perso la vita in un modo inaccettabile quanto prematuro. Durante la celebrazione come si evince dalle immagini diffuse da ‘Vita Web Tv’, un’amica di Rosa ha letto la lettera scritta da mamma Nicoletta: “Amore mio, sento ancora il pianto di quando per la prima volta sei venuta al mondo. Il tuo pianto, che emozione”.

“Siamo cresciute insieme giorno per giorno, la nostra complicità ci ha unite sempre di più anche se ogni tanto non eravamo d’accordo e tu facevi sempre a modo tuo. Non ascoltavi nessuno e anche se sbagliavi per me rimanevi perfetta. Vivrai sempre nei nostri cuori e nei nostri ricordi. Ti amo vita mia, non ti dico un addio ma un arrivederci. I tuoi genitori Nicoletta e Vincenzo, i tuoi fratelli Pasquale e Luca”.

L’uscita della bara è stata accompagnata da un forte e lungo applauso seguito dal volo dei palloncini bianchi. All’esterno della basilica sono state disposte candele e striscioni dedicati a Rosa. In molti hanno indossato delle maglie raffiguranti il suo viso.

Potrebbe anche interessarti