Ischia, pretendono la dedica al microfono e accoltellano il vocalist del locale: “Qui comandiamo noi”

Questa notte, intorno alle ore 3:30, un vocalist di una discoteca di Ischia è stato ferito a coltellate da due aggressori che avrebbero preteso una dedica al microfono. A renderlo noto è ‘Il Mattino’.

Ischia, vocalist ferito a coltellate per una dedica

Stando a quanto accertato dai carabinieri della stazione di Casamicciola, la situazione sarebbe degenerata quando un padre e un figlio presenti alla serata si sarebbero avvicinati al vocalist, un 28enne, chiedendo un saluto al microfono. Lo avrebbero intimidito dichiarando: “Qua comandiamo noi”.

Al suo rifiuto, la vittima sarebbe stata presa prima a schiaffi e pugni per poi ricevere una coltellata dal più giovane. Di qui la corsa all’ospedale Rizzoli ma, per fortuna, il giovane è stato dimesso con una prognosi di 20 giorni. Quanto ai presunti aggressori, entrambi sono stati identificati dai carabinieri e saranno denunciati.

Si tratta di un 47enne del posto, rintracciato dai militari dell’arma dell’aliquota radiomobile, e di un 20enne che risulta ancora irreperibile. Proseguono, dunque, le ricerche per rintracciare il ragazzo e le indagini per ricostruire la dinamica della vicenda.

Ancora un episodio di movida violenta che sarebbe potuto sfociare in tragedia. Soltanto poche settimane fa, a perdere la vita per una banale lite sfociata in un luogo di divertimento, è stato il 18enne di Torre del Greco, Giovanni Guarino.

Potrebbe anche interessarti