Banda dello spaccio, arrestato Danielino di Gomorra: affari da 70mila euro al mese

Nel corso di un blitz anti-droga è stato arrestato il 24enne Vincenzo Sacchettino, attore della serie ‘Gomorra’ nella quale ha interpretato Danielino. In manette sono finiti anche suo padre e suo fratello. A renderlo noto è Il Corriere del Mezzogiorno.

Arrestato attore di Gomorra: interpretava Danielino

Il ragazzo è stato arrestato nel corso dell’indagine dei carabinieri di Aversa che ha sgominato una banda di pusher che gestivano il traffico di sostanze stupefacenti tra Giugliano, Parete, Lusciano e Trentola Ducenta. Secondo quanto ricostruito dai militari la banda non si serviva di vere e proprie basi ma recepiva gli ordini di cocaina e hashish attraverso brevi telefonate in codice.

Le consegne venivano depositate presso bar e ristoranti promuovendo un flusso continuo di vendita creando un giro d’affari di circa 70mila euro al mese. La strategia era quella di spacciare quantità esigue di droga ma attraverso numerose cessioni. Gli indagati sono stati incastrati proprio attraverso cellulari, messi sotto controllo dagli agenti.

Si tratta del quarto arresto per l’ex attore che all’interno della celebre serie interpretava Danielino, il giovane meccanico che fa il suo ingresso nella prima stagione quando Ciro Di Marzio gli propone di uccidere un affiliato del clan di Salvatore Conte. Sarà proprio quest’ultimo, poi, ad avvicinare Danielino con l’inganno  e dopo aver pronunciato la celebre frase ‘Viene’t a piglià o’ perdono’ lo uccide.

Potrebbe anche interessarti