VIDEO/ “Non volevo, lei mi ha pugnalato”: le urla del 17enne dopo l’omicidio della madre

Tg3

Napoli – Sta facendo il giro del web il video del 17enne accusato di aver ucciso la madre, Filomena Galeone, che, poco dopo la tragedia, affacciandosi al balcone della sua abitazione, in via Mezzocannone, ha attirato l’attenzione dei passanti urlando di essere innocente. Il giovane è stato fermato e un’inchiesta chiarirà l’esatta dinamica della vicenda.

Napoli, il video del 17enne al balcone dopo l’omicidio della madre

“Io non volevo fare niente, è lei che mi ha pugnalato” – urla confuso ai passanti ,con le mani ancora sporche di sangue, come a voler giustificare la tragedia che poco dopo sarebbe venuta alla luce. La scena, ripresa dai presenti, è stata diffusa in rete.

Si è barricato in casa rendendo necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco per consentire alle forze dell’ordine di entrare all’interno dell’appartamento. Di lì la macabra scoperta: a terra si trovava il corpo senza vita della madre, trafitto da diverse coltellate.

“Ho visto il ragazzo affacciato al balcone con le mani insanguinate che strillava. Io non capivo cosa dicesse. E’ una cosa che mi fa venire i brividi” – racconta una testimone intervenuta al Tg3. Al suo racconto segue quello del titolare del locale posto nel luogo della tragedia: “Ho visto solo il ragazzo che si affacciava dal balcone e gridava. Diceva ‘mia mamma si è accoltellata ma io non voglio andare in carcere'”.

Il 17enne, nato in Lituania, è stato adottato quando era piccolo da Filomena, la 61enne psichiatra dell’Asl deceduta, e da suo marito, anche lui un medico. I residenti, affranti dal dramma, li descrivono come bravissime persone.

Potrebbe anche interessarti