Ha uno yacht di lusso e non vuole pagare le tasse: lo cede al domestico ma viene scoperto

yacht
Immagine di repertorio

Aveva uno yacht di lusso ma non voleva pagare le tasse, così l’ha intestato al proprio domestico filippino per poi farlo cedere ancora a un’altra società. Il protagonista di questa vicenda è un avvocato di Torre Annunziata del quale la Guardia di Finanza ha rilevato imposte non pagate per un importo complessivo di 4 milioni di euro.

Al fine di non pagare le tasse, essendo già debitore nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, l’avvocato aveva alienato l’imbarcazione prima al proprio domestico tunisino in maniera fittizia, successivamente è stata trasferita per 430mila euro ad una società di trasporti marittimi riconducibile al figlio del legale.

In seguito agli accertamenti, riferisce il Corriere del Mezzogiorno, è emerso che le compravendite erano soltanto simulate e che la barca era sempre rimasta nella disponibilità dell’avvocato. Lo stratagemma aveva lo scopo di rendere non sequestrabile lo yacht il quale, alla fine, è stato proprio sequestrato dalle fiamme gialle su mandato del gip di Torre Annunziata.