Testa mozzata trovata nel cortile: continua l’orrore

milano testa mozzata decapitata

I carabinieri di Milano si sono trovati davanti a una scena raccapricciante: la testa di una donna nel cortile di un edificio di case popolari, e il corpo mutilato nell’abitazione di un transessuale. Il fatto è accaduto a Lambrate, quartiere della periferia orientale del capoluogo lombardo, zona non nota per il tasso di criminalità, ma che adesso è scossa dall’orrore. A riportare la notizia è Il Fatto Quotidiano.

Secondo le forze dell’ordine sarebbe stato proprio il transessuale, un ecuadoregno di 20 anni, a togliere la vita alla donna di 52 anni, recandolo in arresto dopo averlo portato in ospedale per una ferita da arma da taglio alla mano. Si tratta, per Milano, del secondo macabro episodio in un paio di giorni, dopo che alcuni ragazzi avevano tagliato il braccio a un capotreno con un solo colpo di machete.

Potrebbe anche interessarti