Bonus Bollette 2022 per risparmiare su luce e gas: chi può richiederlo e come

Il bonus sociale per le bollette, riconfermato dalla Legge di Bilancio anche per il 2022, consente ai cittadini provvisti dei requisiti richiesti di ottenere uno sconto per il consumo di luce e gas. Una misura che risulta particolarmente utile con l’aumento del costo dell’energia elettrica e del gas.

Bonus bollette 2022: requisiti e come richiederlo

La misura di sostegno è prevista per tutte le famiglie che vivono condizioni si svantaggio economico e gli aventi diritto vengono identificati attraverso l’ISEE. Possono usufruire del bonus i nuclei familiari con ISEE inferiore a 8.265 euro annui. La soglia sale a 20.000 euro annui per i nuclei numerosi, con quattro o più figli.

Il bonus è destinato anche ai percettori del Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza oltre agli utenti con patologie gravi e certificate che necessitano di apparecchi elettrici di tipo medico. In questo caso non si tiene conto dell’attestazione ISEE ma il disagio fisico deve essere accertato attraverso un certificato emesso dall’ASL. Sono esclusi dall’incentivo i soggetti che si avvalgono del GPL in bombola o gas metano.

Gli aventi diritto, per richiedere il bonus, dovranno semplicemente compilare la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) per richiedere l’ISEE, potendo avvalersi anche dell’aiuto di un CAF. La dichiarazione va presentata agli uffici del proprio Comune di residenza, a un Caf o sul sito dell’Inps. Fatto ciò, si riceve lo sconto in bolletta in maniera automatica. Soltanto i richiedenti con disagio fisico dovranno compilare un apposito modulo da presentare al Comune di residenza o al Caf.

Gli importi del bonus variano in base alla categoria d’uso associata alla fornitura del gas, alla zona climatica di appartenenza e al numero dei componenti del nucleo familiare. Per le famiglie con più di 4 componenti può arrivare fino a 177 euro, scendendo a 128 euro per i nuclei formati da una o due persone.

 

Potrebbe anche interessarti