Bonus bollette dell’acqua in Campania: come funziona e quando sarà attivo

La Regione Campania ha approvato il nuovo piano socio economico di aiuti dedicati alle famiglie che comprende, tra le altre cose, validi interventi sulle bollette dell’acqua. Una misura che dovrebbe alleggerire i cittadini accompagnandosi ai provvedimenti disposti dal Governo per far fronte al caro energia.

Campania, blocco bollette dell’acqua: come funziona

Il provvedimento prevede uno stanziamento di 23 milioni di euro, coinvolge i gestori degli impianti di depurazione portando benefici a tutti gli utenti del servizio idrico integrato. Come spiegato all’interno del piano, consultabile sul sito della Regione, l’intervento punta a mitigare l’incremento generalizzato nei costi di gestione delle aziende idriche causato sia dalle maggiori spese energetiche sostenute per la gestione degli impianti depurativi, sia per il carico di spesa relativo al processo di adeguamento alle direttive europee e nazionali in materia di depurazione delle acque reflue.

Costi aggiuntivi che si sarebbero abbattuti sulle famiglie, già provate dai rincari che toccano ormai numerosi settori, a partire da quello dei generi alimentari. Sarà, dunque, la Regione a farsi carico del problema attraverso la “copertura parziale degli extracosti straordinari correlati ai costi energetici del servizio” che altrimenti si ribalterebbe interamente sulle tariffe e, di conseguenza, sui cittadini.

Piano Aiuti in Campania, via al bonus sport da 400 euro: come richiederlo

Lo stesso presidente De Luca, nel corso della presentazione delle misure, aveva spiegato: “Le società idriche avranno un aumento spaventoso dei costi per la depurazione e la distribuzione delle risorse. I costi in più erano destinati a scaricarsi sulle bollette dei cittadini. Noi copriremo come Regione l’aumento dei costi di gestione delle aziende, impegnandole a non aumentare le bollette dell’acqua. Il risultato finale sarà quello di tenere bloccate le bollette dell’acqua. E’ un contributo importante che si aggiunge a quelli che dovrebbero arrivare dallo Stato per quanto riguarda i costi delle bollette del gas e della luce”.

L’intervento sarà attivo già dall’autunno del 2022. Non sarà necessario, dunque, effettuare alcuna richiesta: il blocco delle tariffe scatterà in automatico per tutti i cittadini.


Potrebbe anche interessarti