La Campania approva il Bilancio 2023/2025, pioggia di finanziamenti: le misure principali

vincenzo de luca
Il Presidente della Campania, Vincenzo De Luca

Il Consiglio Regionale della Campania ha approvato la manovra regionale di Bilancio per il triennio 2023/2025. A dare parere favorevole è stata tutta la maggioranza con 33 voti favorevoli, 9 contrari e tre astenuti. Gli obiettivi della manovra sono principalmente di natura sociale, culturale, per la tutela del diritto allo studio e delle persone con disabilità, orientate alla tutela delle eccellenze della Campania. Non mancano interventi per il miglioramento della Sanità, dell’efficientamento energetico, per la realizzazione di opere pubbliche da parte dei Comuni e l’attuazione del PNRR.

Approvato il Bilancio della Regione Campania: le misure di carattere sociale

Le politiche femminili

Tra le misure di natura sociale spicca il fondo per gli orfani vittime di femminicidio: si tratta di una somma di 150mila euro finalizzato all’erogazione di un contributo mensile fino al 24esimo anno di età. Mezzo milione di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025 è stato invece stanziato per sostenere le donne vittime di violenza ed i loro figli. Per favorire l’ingresso e la permanenza delle donne nel mercato del lavoro è stato istituito un fondo di 675mila euro per il 2023, mentre 200mila euro sono destinati alle donne in situazione di disagio sotto forma di microcredito.

400 euro per l’acquisto di parrucche da parte delle donne malate di tumore

Alle donne colpite da malattie oncologiche è destinato invece un contributo massimo di 400 euro per l’acquisto di parrucche, in conseguenza della perdita di capelli derivante dalla terapia chemioterapica.

Fasce deboli e diversamente abili

Per le fasce deboli sono stati stanziati invece 12 milioni per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025 in modo da assicurare il sostegno alle persone e alle famiglie. Per garantire il diritto allo studio e alla formazione dei figli delle vittime di incidenti mortali sul lavoro è stato istituito un fondo di un milione di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025. È stato anche formato il fondo Durante Noi – Dopo di Noi per l’integrazione dei cittadini diversamente abili: 200mila euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025.

Scuole e ragazzi

Per le scuole superiori è stato stanziato un fondo di un milione di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025. Un contributo di 3 milioni di euro è stato riconosciuto al Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni. È stato rinnovato il voucher per lo sport, per i ragazzi dai 6 ai 15 anni, con un fondo di 2 milioni e mezzo per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025.

Cultura

Contributi al San Carlo e Giuseppe Verdi

Il Teatro di San Carlo ricevere un contributo di 5 miloni di euro, il Teatro Municipale Giuseppe Verdi invece due milioni.

Valorizzazione dei beni culturali

Per una adeguata illuminazione dei monumenti sono stati istituiti 400mila euro per ciascuno degli anni 2023, 2024, 2025. La somma di 100mila euro invece per valorizzare i sei siti iscritti nella lista del Patrimonio Universale dell’Umanità Unesco.

Eventi

Il Comune di San Marcellino riceverà un contributo di 30mila euro per il 2023 per la realizzazione del Ballo del Santo. La Regione finanzia la rassegna Irpinia sound e travel con 50 mila euro. Il Comune di Fontegreca riceve invece 100mila euro per il decoro, la sicurezza, la vivibilità e l’impulso alla valorizzazione del territorio e del patrimonio. Il Comune di Pimonte riceve 30mila euro per organizzare un evento sportivo all’interno del quale si promuovano i corretti stili di vita.

Il centenario della morte di Matteotti

Stanziati 50mila euro per celebrare i cento anni della morte di Giacomo Matteotti: le iniziative saranno volte a diffondere la vita, le opere e il pensiero di colui che fu assassinato dal Partito Fascista di cui aveva denunciato i brogli elettorali nel 1924.

Grotte di Castelcivita e di Pertosa, Premio Fior di Latte di Agerola, Fondo pizzajuoli e Cinema

Un contributo straordinario di 50mila euro per il 2023 è stato riconosciuto per ciascuna delle Grotte di Castelcivita e di Pertosa, per garantirne la tutela e la valorizzazione. È stato inoltre istituito il Premio Fior di Latte di Agerola per valorizzare questa eccellenza, con un fondo di 50mila euro ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025. Lo specifico fondo per il cinema è stato dotato di 5 milioni di euro per l’anno 2023. Istituito un fondo di 100mila euro per supportare l’arte del pizzajuolo napoletano.

Scienza e Sanità

Nasce l’Osservatorio per le Neuroscienze con lo scopo di studiare, analizzare e monitorare le patologie oncologiche cerebrali e migliorare i percorsi di cura; la partecipazione ai lavori è gratuita e non comporta pagamenti di emolumenti, indennità, rimborsi spese, diarie.

Per combattere il dumping contrattuale nella Sanità (concorrenza sleale) è stato introdotto un criterio premiale nell’assegnazione delle risorse alle strutture sanitarie accreditate con il Servizio sanitario regionale, in modo che i lavoratori possano ricevere trattamenti più vantaggiosi. Città della Scienza riceve invece un contributo straordinario di 2 milioni di euro per il triennio 2023/2025.


Istituito anche un Osservatorio sulla Geo Biodiversità per la tutela del patrimonio ambientale, paesaggistico e culturale. La partecipazione è a titolo gratuito.