Stagionali, De Luca propone: “Diamo Reddito, oltre 500 euro in più e trasporti gratis”

de luca reddito di cittadinanzaIl presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, è tornato a sottolineare il problema relativo alla carenza di lavoratori stagionali lanciando una proposta al Governo sulla possibilità di incentivare le assunzioni dei percettori del Reddito di Cittadinanza. Un orientamento già proposto lo scorso anno e rilanciato di recente dal ministro del Turismo, Massimo Garavaglia.

De Luca sulla carenza di stagionali: “Diamo 500 euro in più oltre al Reddito di Cittadinanza”

Queste le sue parole: “Sulla situazione economica si consolida una tendenza molto preoccupante che abbiamo registrato in queste settimane. L’aumento delle bollette continua arrivando a livelli insostenibili, la benzina sfonda i 2 euro al litro, i tassi dei mutui raggiungono livelli preoccupanti e cominciamo a registrare un aumento del prezzo degli alimentari”.

“L’aumento del prezzo del gasolio sta determinando già da mesi problemi seri sulle catene di rifornimenti alimentari e industriali. Inizia a determinare problemi seri anche per la pesca. In tutto questo l’inflazione viaggia ormai sul 7%, erode e consuma gli stipendi e le pensioni”.

Ha, poi, sottolineato ancora una volta la carenza di lavoratori stagionali: “Registriamo qualche fenomeno particolare per il mondo del lavoro, Abbiamo una carenza incredibile di personale stagionale dunque per l’agricoltura, l’industria balneare, la ristorazione, gli alberghi. C’è da fare una riflessione che riguarda il Reddito di Cittadinanza. Non credo che questa carenza dipenda solo dal Reddito ma non c’è dubbio che un effetto lo ha provocato anche questa misura”.

“Oggi si sta ragionando su questo tema e voglio rilanciare la proposta della Regione Campania. Senza toccare il Reddito, dunque lasciandolo ai percettori, diamo 500 euro al mese in più (oltre al Reddito) o anche più di 500 euro al mese pagati dalle imprese ai percettori che decidono di fare il lavoro stagionale. La regione sarebbe disponibile ad aggiungere anche risorse per garantire trasporto gratuito dai luoghi di residenza a quelli di lavoro.

“Dovremmo procedere ad una modifica legislativa a livello nazionale che vada in questa direzione stabilendo che in caso di rifiuti, dopo due proposte di lavoro, si perda anche il Reddito. Credo sia arrivato il momento per essere rigorosi. Aiuto sì, sostegno alla povera gente sì ma parassitismo no. Abbiamo fatto già lo scorso anno questa proposta ma il Governo non l’ha recepita. Ora si è aperta la discussione e mi auguro che traducano questa proposta della Regione in legge”.

Potrebbe anche interessarti