L’Italia senza Governo può far perdere 5 miliardi al Sud. A nessuno interessa?

L’Italia dopo due mesi è ancora senza Governo, ma quello che è peggio sarebbe la ripercussione che questa situazione di stallo potrebbe avere sull’economia del Paese, soprattutto del Sud. Infatti, a Bruxelles è in atto la discussione per la distribuzione delle risorse finanziarie dell’Unione per il periodo 2021-2027.

Dalla prima ipotesi di bilancio, presentata dal presidente Jean Claude Juncker, arrivano cattive notizie per l’Italia che rischia di perdere quasi 5 miliardi di euro di fondi, manco a dirlo per il Sud Italia. Il documento ora sarà analizzato dagli Stati membri, ma senza un Governo sarà difficile difendere le proprie posizioni e opporsi ad eventuali decisioni drastiche.

Il motivo di tale eventuale perdita sta nel fatto, come riporta T-News, che rispetto al precedente bilancio Juncker ha previsto un taglio del 5% ai fondi destinati allo sviluppo delle aree più povere dell’Unione, nelle quali rientrano anche quelle del Meridione d’Italia. Un taglio da circa 4,68 miliardi di euro, considerando che i fondi per l’Italia fino al 2020 sono di 93,6 miliardi. A questo taglio va anche aggiunto anche quello probabile della quota di compartecipazione, che spetta allo Stato, per una perdita totale di 7 miliardi di euro in 7 anni.

Ai nostri politici, tuttavia, la questione sembra interessare poco o niente affatto. Dal 4 marzo il Paese sta assistendo a litigi, prese di posizioni infantili, dispetti e piagnistei che possono solamente far male alla Nazione. E chi ci rimette, come sempre, sono le aree meno sviluppate trattate esclusivamente da bacino elettorale.

Potrebbe anche interessarti