Di Maio: “A Natale il reddito di cittadinanza. Più fondi per la terra dei fuochi”

Il vice premier Luigi Di Maio ha rilasciato una serie di dichiarazioni tramite una diretta Facebook. Vari i temi trattati dal Ministro del Lavoro, dal taglio degli stipendi parlamentari alla terra dei fuochi. Dopo l’incendio verificatosi ieri sera in un deposito di rifiuti a Santa Maria di Capua Vetere, nel Casertano, il vice premier ha deciso di riportare l’argomento in auge.

Queste le dichiarazioni per quanto riguarda la terra dei fuochi: “Ieri sera c’è stato un nuovo incendio in un deposito rifiuti a Santa Maria Capua Vetere: è chiaro che è doloso, visto che ce ne sono stati tanti. È una strategia: si è passati da incendi sporadici a incendi organizzati. I depositi devono essere presidiati con nuove normative di sicurezza, serve prevenzione e più responsabilità di chi li gestisce.

“E poi servono più fondi. Dovremo fare un consiglio dei ministri in provincia di Caserta o di Napoli e prendere provvedimenti importanti per la terra dei fuochi.” Di Maio ha parlato anche di quota 100, del reddito di cittadinanza e del taglio degli stipendi parlamentari: “A breve proporremo nell’ufficio di presidenza della Camera il taglio di tutti gli stipendi. E poi lo faremo anche al Senato.

“Per quanto riguarda reddito di cittadinanza, pensioni di cittadinanza e quota 100 ci sono nella legge di bilancio: chi dice che non ci sono sta dicendo bugie. In manovra ci sono i soldi, c’è la ciccia. Dopo la legge di bilancio, magari a Natale o subito dopo, si fa un decreto con le norme per reddito e pensioni di cittadinanza e riforma della Fornero. Lo faremo con un decreto, non un ddl perché ci vorrebbe troppo e c’è emergenza povertà. “

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più