Napoli, la Lega Nord non è più un tabù: è il terzo partito in città

Salvini NapoliLa Lega Nord non è più un tabù neanche a Napoli, la città che nel corso dei decenni è stato il bersaglio preferito degli attacchi leghisti, compreso di Matteo Salvini che a Pontida nel 2009 cantava “Napoletani colerosi”.

Nel capoluogo partenopeo sono state scrutinate tutte le 883 sezioni, con i seguenti risultati:

MOVIMENTO 5 STELLE       118.221    (39,86%)
PARTITO DEMOCRATICO   69.074     (23,29%)
LEGA SALVINI PREMIER    36.657      (12,36%)
FORZA ITALIA                        27.109      (9,14%)
FRATELLI D’ITALIA              13.122      (4,42%)
LA SINISTRA                             9.827      (3,31%)
+EUROPA – ITALIA IN COMUNE – PDE ITALIA     9.352    (3,15%)

Alle Politiche 2018 la Lega Nord aveva racimolato a Napoli soltanto il 2,55%, mentre il Movimento 5 Stelle si attestava 52,65%. Alle Europee 2014 la Lega Nord raccolse lo 0,60%. Se però storicamente i pentastellati sono sempre andati bene alle Politiche e meno in occasione di altre elezioni (quindi un “calo” delle Europee era preventivabile), sorprende ad ogni modo il dato della Lega che quasi quintuplica i consensi.

Un balzo in avanti che rispecchia, in maniera ancora contenuta, ciò che è emerso a livello nazionale in cui Matteo Salvini ha reso il proprio partito primo in Italia doppiando i 5 Stelle, che fanno peggio del Partito Democratico.

Potrebbe anche interessarti