Lesina, l’unico candidato sindaco è leghista: non viene eletto perché manca il quorum

primiano leonardo di mauro matteo salviniFoggia – Una tornata elettorale decisamente storta per la Lega Nord. Respinta in maniera netta sia in Campania che in Puglia, in calo di consensi nel resto d’Italia (eccetto in Veneto, dove però il plebiscito è più per Zaia che per il partito), non riesce ad eleggere un primo cittadino neanche se il suo è l’unico candidato ad essersi presentato. È il curioso caso di Lesina, un paese di poco più di 6000 abitanti nel foggiano, dove l’unico candidato sindaco era il leghista Primiano Leonardo Di Mauro. Per soli 50 voti non è stato raggiunto il quorum, essendosi recato a votare per le comunale meno del 50% + 1 degli elettori, pertanto si tornerà a votare probabilmente in primavera.

A Lesina l’opposizione di un’altra parte della destra, ma soprattutto la sinistra, non erano state in grado di presentare propri candidati. Matteo Salvini aveva cantato già vittoria, lo scorso 23 agosto, affermando di aver eletto un sindaco in Puglia prima del voto effettivo. Essere scaramantici è da ignoranti ma non esserlo porta sfortuna, diceva qualcuno.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più