MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

FOTO/ Napoli prenderà i rifiuti di Roma: all’Arenella la spazzatura invade le strade

Foto: Chiara Di Tommaso

Dal 4 ottobre al 31 dicembre 2021 la Città Metropolitana di Napoli si è impegnata ad accogliere 150 tonnellate di rifiuti al giorno di Roma, per scongiurare un’emergenza rifiuti nella capitale d’Italia. Luigi de Magistris, sindaco di Napoli e sindaco metropolitano, ha accolto la richiesta “dopo aver fatto tutte le verifiche tecniche da parte dei nostri dirigenti”, aggiungendo chesiamo in grado, senza alcuna ricaduta di efficienza nel trattamento dei rifiuti sui nostri territori, che hanno ovviamente l’assoluta priorità”.

Peccato che i dati di fatto dicano ben altro, come dimostrano le foto scattate nel pomeriggio di oggi, 1 settembre 2021, a Piazza Arenella e nelle strade adiacenti. Tra i rifiuti che fuoriescono dai cassonetti c’è addirittura un motorino, probabilmente rubato. Napoli ha superato la fase acuta dell’emergenza rifiuti raggiunta nel 2007/2008, tuttavia molte criticità restano e sono sotto gli occhi di tutti. La promessa di de Magistris di raggiungere il 70% di differenziata entro i primi due mesi del suo primo mandato (2011) è stata ampiamente disattesa e dopo dieci anni l’obiettivo non è minimamente vicino attestandosi nel 2021 al 37,6% (dati Asia).

Foto: Chiara Di Tommaso

Non solo Napoli, anche altre città della provincia non si trovano in una situazione tranquilla e facilmente gestibile. Tra queste c’è sicuramente Torre del Greco, i cui cittadini la scorsa notte hanno manifestato contro l’amministrazione comunale ostacolando i lavoratori della Buttol, società incaricata di gestire la raccolta. Il nuovo piano comunale prevede infatti il trasbordo di rifiuti dai mezzi piccoli a quelli pesanti in aree individuate dall’amministrazione, che sono diventate di fatto delle mini discariche a cielo aperto. Non solo: per il futuro di parlerebbe addirittura del ritorno ai punti di abbandono dei rifiuti per strada, ovvero punti (senza cassonetti) dove i cittadini devono lasciare i sacchetti, sulla strada e i marciapiedi, per un livello di decoro urbano inferiore allo zero e indegno di un paese civile. Se questa è la situazione da noi, sicuri che siamo in grado di aiutare gli altri?

Potrebbe anche interessarti