Collaborare per il bene dei cittadini di Napoli, Maresca: “Manfredi ha il mio numero”

MarescaNapoli – “Ho la consapevolezza che il risultato elettorale è frutto di una scelta che i cittadini napoletani hanno fatto, e anche che moltissimi invece non hanno fatto.” sono le parole di Catello Maresca, candidato a Sindaco per la colazione civica e di centro destra. Intervenuto stamane al programma radiofonico Barba&Capelli su Radio CRC, il neo consigliere comunale ha affermato di avere “la responsabilità di quel 22% dei napoletani che ci ha chiesto di rappresentarne le esigenze”.  

“Cercheremo di farlo con una opposizione costruttiva come si conviene ad una democrazia compiuta.” ha affermato Maresca, aggiungendo a proposito della sua collocazione politica di “sentirsi bene in questa coalizione.” “Mi sento bene in quest’idea di città che rivendico il civismo partire dalle richieste dei cittadini e di quello che abbiamo elaborato con il nostro programma”. Si tratta di cose tutte realizzabili, come afferma il magistrato. “Tutte idee che portiamo avanti aldilà delle ideologie con donne e uomini maturi, seri e consapevoli.”

Proposte e leggi in Consiglio, Maresca: “Da napoletano auspico ad una soluzione seria.”

A proposito del suo ruolo in Consiglio, Maresca annuncia che verranno lette le proposte della maggioranza e verificata la legittimità degli atti. “Sul bilancio vogliamo un confronto nel merito.” In particolare, vuole sottolineare il neo consigliere, non aveva molto convinto durante la campagna elettorale la proposta di una legge ‘salvanapoli’. “Come giurista mi sento di affermare che sia tecnicamente irrealizzabile, oltre che politicamente molto difficile.” Non a caso, secondo quanto risulta al magistrato, anche a Roma sembrano esserci grosse difficoltà. “Da napoletano auspico che ci sia una soluzione seria e anche una legittimità delle proposte. Riteniamo che non si possa scaricare sulle spalle dei nostri figli 30 anni di malgoverno dei conti di questa città.” 

Sull’ex Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, con cui in passato ha avuto qualche diverbio, afferma di voler “sotterrare l’ascia di guerra”. “Non ho condiviso tante cose della sua gestione, ma resta il rapporto umano e auguro il meglio per il suo futuro. Per quanto riguarda Gaetano Manfredi lui ha il mio numero di telefono e se vuole siamo pronti a collaborare da domani nell’interesse dei cittadini napoletani.”

Potrebbe anche interessarti