L’orgoglio di Feltri: “Berlusconi è nato a Milano, non a Sorrento. Come fascismo e Lega”

vittorio feltri (1)
Foto: Fratelli d’Italia, pagina Facebook

L’orgoglio di Vittorio Feltri per i natali meneghini del fascismo, della Lega Nord e di Silvio Berlusconi. Durante la conferenza programmatica di Fratelli d’Italia ha preso la parola il fondatore del quotidiano Libero, attualmente consigliere dimissionario del Comune di Milano che ha lasciato la carica politica perché malato di tumore.

Le parole di Feltri

“Sono molto felice che Giorgia Meloni abbia deciso di fare questa manifestazione incredibile, anche per la quantità del pubblico e l’entusiasmo che vedo, proprio a Milano. Io sono convinto che Milano sia l’origine di ogni fenomeno. Non solo economico, ma anche politico perché non a caso il fascismo è nato a Milano. Berlusconi non è di Sorrento, la Lega è nata a Milano”. 

Fascismo, Berlusconi e Lega nati a Milano e non a Sorrento: per nostra fortuna, diciamo noi

A Vittorio Feltri rispondiamo che per fortuna, quella nostra, Berlusconi non è nato a Sorrento, così come il fascismo e la Lega Nord. Si tratta di tre fenomeni dei quali facciamo volentieri a meno vista la loro portata storica, culturale e politica: il fascismo è stato autore di crimini orrendi contro la libertà e l’umanità che hanno macchiato per sempre la storia d’Italia; il berlusconismo è responsabile di un crollo vertiginoso dal punto di vista culturale, economico e politico; il leghismo si fonda sul razzismo nei confronti del Mezzogiorno e di altre popolazioni. Sorrento al contrario, come Napoli e il Sud intero, è fondata sull’accoglienza, sul rispetto, sulla diversità delle culture e delle genti percepita come ricchezza e non come mescolanza da evitare se si voglia salvaguardare una sorta di “purezza”, così come predicato dai fascisti di ieri e di oggi.

Potrebbe anche interessarti