Di Maio sul Reddito di cittadinanza: “Abolirlo con le bollette alle stelle è follia”

luigi di maio campagna elettorale reddito di cittadinanza
Luigi Di Maio al TG1 Mattina, tra bollette e Reddito di cittadinanza

Luigi Di Maio è intervenuto questa mattina nel corso del TG1 Mattina e, tra le diverse affermazioni pronunciate, certamente su una si può essere d’accordo: questa campagna elettorale somiglia di più a un referendum sul Reddito di cittadinanza che a una tornata elettorale vera e propria. L’argomento principe è stato di gran lunga il sussidio, mentre altri argomenti hanno trovato attenzione nettamente minore. Purtroppo.

Luigi Di Maio tra bollette e Reddito di cittadinanza: l’intervento al TG1 Mattina

Il rapporto con la Russia è il primo punto sul quale si è espresso Luigi Di Maio: “Putin non è solo quello che minaccia il nucleare, è anche quello che ci fa schizzare le bollette alle stelle. Su questo ci sono state troppe ambiguità. Salvini che fa l’accordo con il partito di Putin, ma anche Conte che prima dice di essere atlantista – quando era Presidente del Consiglio – e poi ha cambiato posizione. Prima ha detto che non voleva mandare le armi all’Ucraina e poi ha detto che era orgoglioso di averle mandate. Come sui vaccini, allo stesso modo: prima diceva di essere a favore dell’obbligo vaccinale e poi ha detto di non esserlo. Sarebbe anche capace di abolire il Reddito di cittadinanza una persona che cambia idea così tante volte. Sulla Russia non si scherza”.

Le misure pensate contro l’aumento delle bollette e dei prezzi dei generi alimentari

Il Ministro degli Esteri continua parlando delle bollette e dell’aumento dei prezzi dei generi alimentari: “Ci sono persone terrorizzate sulla bolletta di settembre che deve arrivare. Il primo punto è il tetto massimo al prezzo del gas che dobbiamo tenere in Europa, dobbiamo fermare le speculazioni. Il secondo punto è un taglia bollette che sia in grado di pagare l’80% delle bollette alle imprese e alle famiglie in difficoltà. Questa ovviamente come misura emergenziale prima di ottenere il tetto massimo al prezzo del gas. Infine azzerare l’Iva sui prodotti alimentari, sui prodotti della farmaceutica e della natalità. Ormai andare a fare la spesa è come andare in gioielleria”.

Luigi Di Maio e il Reddito di cittadinanza: “Abolirlo è una follia”

Sul Reddito di cittadinanza e il conflitto con Giorgia Meloni in particolare: “Una cosa è certa. Io le parlo da Napoli e qui questa sera Giorgia Meloni chiuderà la campagna elettorale. Lei a Bagnoli e io al Teatro Sannazaro. Plasticamente rappresenta un referendum sul Reddito di cittadinanza questa campagna elettorale, perché quando Giorgia Meloni dice di volerlo abolire, in un momento in cui le bollette sono alle stelle e l’inflazione galoppa, è una follia. Votare per Impegno Civico vuol dire votare per una coalizione che manterrà il Reddito di cittadinanza. Votare per gli altri significa votare per chi favorisce la Meloni, perché corrono da soli. Sul Reddito di cittadinanza non possiamo fare scherzi: abolirlo creerebbe un problema sociale enorme in questa fase storica”.


Potrebbe anche interessarti