Nuovo dpcm, i congiunti fuori regione ancora esclusi: furia sul web

Covid – congiunti fuori regione, il nuovo hashtag sul web. Il nuovo dpcm in vigore dal prossimo 16 gennaio sarà valido fino al 5 marzo 2021 e tra le varie limitazioni ci sarà quella dello spostamento tra le regioni, anche tra quelle gialle.

Il divieto di valicare i propri confini regionali è in vigore già dallo scorso ottobre, quando l’Italia è stata divisa in fasce colorate. Ci si può muovere da una regione a un’altra soltanto per motivi di saluti, motivi lavorativi, o comprovate esigenze.

C’è però qualcuno che viene escluso completamente da queste regole, si tratta di chi ha i “famosi” congiunti fuori dalla propria regione.  Che sia un fidanzato, una fidanzata, un fratello, un genitore, queste persone sono state totalmente isolate dalle norme vigenti nel nostro Paese e non hanno alcun diritto nel potersi rincontrate.

Il dpcm stabilisce che nella propria regione – in fascia gialla – si può far visita a casa di un amico una volta al giorno, per un massimo di 2 persone non conviventi per volta. Fuori dai confini regionali ciò è vietato ed per questo motivo che sul web, in particolare su Twitter, le persone hanno lanciato un hashtag (#congiuntifuoriregione) per far arrivare a chi di dovere la propria voce e frustrazione.

Sono molti infatti gli utenti che si lamentano di questo trattamento impari, puntando il dito contro un Governo che non li ha mai ascoltati, “trattati come coppie di serie B”. Ecco alcune delle richieste:

Finché si parlava di rivedere #congiunti a maggio dopo il lockdown tutti d’accordo e tutti a lamentarsi su Twitter, ma i #congiuntifuoriregione che da maggio devono seguire dpcm folli e si sono potuti vedere praticamente solo tra giugno e settembre, li ignorate“.

UNA RIGA SULL’AUTOCERTIFICAZIONE, NON CHIEDIAMO LA LUNA, UNA RIGA IN PIÙ. #congiuntifuoriregione“.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più