Scavi di Ercolano, ritornano i mercoledì gratis con la campagna #iovadoalmuseo

Al Parco archeologico di Ercolano ritornano i mercoledì gratis: il 30 ottobre e il 6, 13, 20 e 27 novembre, a partire dalle ore 13.00, ci si potrà recare al sito archeologico ed entrarvici gratuitamente.

Con l’hashtag #iovadoalmuseo si è lanciata, a partire dal 28 febbraio 2019, la bellissima iniziativa del Mibact. Musei, monumenti, siti archeologici, giardini monumentali e parchi accessibili a tutti, con ingresso libero.
Un’iniziativa che ha sempre avuto come obiettivo principale quello di avvicinare bambini, giovani e adulti alla cultura.

Da 12, le giornate free entry nell’arco di un intero anno sono aumentate a 20.
Solitamente si lascia cadere la giornata di apertura libera alla domenica, l’ultima è stata la prima domenica del mese che ci stiamo per lasciare alle spalle. Ma non è solo la domenica il giorno destinato all’arte e alla cultura: ad Ercolano stanno arrivando anche i mercoledì gratis.

Sempre grazie all’iniziativa #iovadoalmuseo, anche domenica 3 novembre, per l’intera giornata, sarà possibile accedere gratuitamente agli scavi archeologici. Sarà, inoltre, aperta anche la casa del Bicentenario, una delle sei domus sottoposte a lavori di restauro.
Giornate perfette per lasciarsi rapire dalle bellezze di un tempo passato che continua a esserci in un ricordo storico carico di cultura.

Bellezze culturali che sanno affascinare tutti: visitatori del posto, turisti, fino ad arrivare perfino alle star della sfavillante Holliwood.

“La festività di Ognissanti al Parco – dice il direttore Francesco Sirano a La Repubblicaparte dal mercoledì pomeriggio, con la gratuità dalle 13. I nostri visitatori potranno approfittare dell’occasione per scegliere gli scavi come meta del prossimo finesettimana quando potranno anche accedere al restauro in direta della Casa del Bicentenario, l’ultimo gioiello del patrimonio dell’antica città restituito alla fruizione del pubblico dopo oltre 35 anni di chiusura”.

Un’occasione assolutamente da non perdere per poter conoscere storia, cultura e radici di un popolo che ci ha preceduto: abbandonarsi al racconto silenzioso che ogni “pezzo appartenente al passato” è in grado di rivelare.

 

Potrebbe anche interessarti