L’ “Anima” del Festival del Bacio 2014 è una scultura realizzata dai giovani artisti napoletani

Cubo plexiglass Anima
L’arte, sempre più, viene realizzata per strada, con istallazioni o affreschi che diventano immagini fugaci e che rimarranno impresse nelle menti di chi, passeggiando, si troverà ad osservarle.
A Napoli l’immagine fugace è un cuore, realizzato dagli studenti dell’Accademia delle Belle Arti e della Scuola delle Nuove Tecnologie dell’Arte; un cuore che il 21 Marzo, durante il Festival del Bacio edizione 2014, pulserà di tutto l’amore dei cittadini sincronizzandosi con il ritmo dei loro passi.

Installazione Anima

Oltre all’ormai celebre installazione “Cuore” posta presso la collina di San Martino, questo venerdì 21 Marzo sarà, inoltre, possibile ammirare una meravigliosa scultura anamorfica all’interno dell’Accademia delle Belle Arti il cui titolo emblematico è “Anima”. Questa scultura è composta da 400 piccoli cubi rossi in plexiglass e grazie a questa tecnica, che quasi riprende una tecnologia 3D, la sua immagine cambia a seconda del punto di vista dal quale la si osserva. In questo modo, spiegano gli artisti, non si è meri spettatori passivi di un’idea artistico-culturale fine a se stessa, ma tutti diventano creatori di un’immagine perennemente potenziale e che si completa con lo sguardo degli osservatori, facendo parte di un Festival che diventa una grande opera collettiva.

Scultura Anamorfica Anima

La bellezza di questo festival sta esattamente in questo: la creazione di uno spirito collettivo da cui ripartire per rinascere, ricreando positività, solidarietà e fiducia in sé stessi.
Non si può, dunque, mancare a questo grande evento che già è diventato memorabile.

Potrebbe anche interessarti