Omicidio Ciro Esposito, la madre scrive a Mattarella: parte la petizione online

Antonella Leardi

Chiese soltanto giustizia Antonella Leardi, la madre di Ciro Esposito, il giovane ucciso prima della finale di Coppa italia 2014 tra Napoli e Fiorentina. La corte d’appello di Roma ha ridotto da 26 a 16 anni di reclusione la pena per Daniele De Santis, l’assassino di Esposito.

Non si da pace la Leardi, che di fronte alle motivazioni della sentenza (che parla di “bravata“) ha recentemente scritto una lettera, disponibile online, al Capo dello Stato Sergio Mattarella. Nella lettera la madre di Ciro si appella a Mattarella anche come presidente del Consiglio superiore della Magistratura.


La Leardi spiega di essere “disgustata indignata, furiosa per come non la Giustizia, ma l’interpretazione della legge abbia offeso la memoria di mio figlio, Ciro Esposito, e irriso il dolore e l’attesa di giustizia di noi e degli italiani“.

L’associazione Ciro Vive ha lanciato una petizione su Change.org, dove si fa esplicito appello a Mattarella ad intervenire in merito a questa vicenda. E’ possibile firmarla al seguente LINK.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più