Napoli. Donna invasa da formiche, la denuncia: “Era già stato segnalato tre volte”

Disgusto, rabbia, indignazione. Ancora una volta la sanità in Campania è nell’occhio del ciclone a seguito dell’ultimo, vergognoso video che ritrae una donna intubata invasa dalle formiche. Siamo a Napoli, e nello specifico all’ospedale San Giovanni Bosco. L’episodio continua a far discutere ed accendere gli animi, tra vari rimpalli di responsabilità come accade, purtroppo, molto spesso in questi casi.

Nelle ultime ore è stata lanciata una pesante accusa da parte di Marco Esposito, segretario territoriale del Nursid, sindacato delle professioni infermieristiche. In tre documenti, datati 3, 6 e 7 novembre (il video è stato girato il 9 novembre) gli infermieri del San Giovanni Bosco avevano denunciato la presenza di formiche nel reparto in cui era degente la 71enne.

Evidentemente – spiega il sindacalista – qualcosa nella catena di comando non ha funzionato. Hanno comunicato a chi di dovere che c’erano le formiche tre volte nelle consegne, che sono i documenti con cui si relaziona ai capi del servizio sanitario ausiliario e alla coordinatrice infermieristica. Hanno fatto il loro dovere e quando fai il tuo dovere si deve mettere in moto la catena di comando“.

Il direttore sanitario – prosegue Esposito – sicuramente era a conoscenza di questa situazione, perché è una questione nota all’interno dell’ospedale San Giovanni Bosco, e invece hanno preso un medico e tre infermieri trasformandoli in capri espiatori. Se poi il direttore sanitario non sapeva quello che accade, e ho dei dubbi su questo, è ancora più grave che non sappia cosa succede nella sua struttura“.

Potrebbe anche interessarti