Biagio Izzo contro Gomorra: “Brutto e volgare. Immagine esasperata di Napoli”

Gomorra non piace neanche a Biagio Izzo. Il noto comico partenopeo, intervenuto in una trasmissione su Rai Radio 2, non ha usato mezzi termini nel parlare della serie tv tratta dall’omonimo libro di Roberto Saviano.”Gomorra? Un’immagine di Napoli che non mi piace, mai fatto vedere ai miei figli“, ha detto Izzo che (come da lui annunciato) potrebbe essere sul palco di Made in Sud nelle vesti di conduttore.

Ho avuto la sfortuna – ha spiegato il comico – di vedere un pezzo di Gomorra dove c’erano queste frasi veramente toste, brutte, volgari. Ho avuto paura che i miei figli potessero vederlo a 11 e 14 anni. Sono preoccupato, non gliel’ho mai fatto vedere e io non ho mai visto una puntata. Ne so qualcosa perché ne ho letto sui giornali, conosco gli attori, sono amici. ma è un’immagine un po’ forzata, esasperata“.

Izzo, però, ammette che “abbiamo problemi come tutte le metropoli, non metto la polvere sotto il tappeto, mi rendo conto che a volte la città è indifendibile per le cose che succedono, ma dobbiamo essere prima noi a difenderla“. Tra le cose da fare per aiutare Napoli c’è quella di continuare ad abitarci, non andare via: “È facile andare via e prendere le distanze, lasciare Napoli alla mercè di questa gente. Bisogna investire. Napoli non è solo Scampia“.

La critica del comico, sul lavoro ispirato all’opera di Saviano e che è giunto alla quarta stagione, arriva dopo quella del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che si è scagliato contro lo scrittore in merito al film “La paranza dei bambini”. “Accanto alla Paranza dei bambini vorrei che si parlasse anche degli altri bambini, di chi ama Napoli, di chi combatte per una Napoli diversa“, ha detto il sindaco.

Una storia “parallela”  di riscatto, di speranza, come può essere quella della ex giovane bulla Mashia o quella dei ragazzi della Sanità, che sarà raccontata stasera in un docu-film su Rai 2.

Potrebbe anche interessarti