Brexit, la mozzarella di bufala a rischio pezzotto: marchio registrato in Regno Unito

mozzarella di bufalaEbbene, il fatidico momento di definitiva uscita del Regno Unito dall’Unione Europea è arrivato. La Brexit, a partire da mezzanotte, sarà effettiva. Tanti saranno i cambiamenti riguardo lo spostamento di merci e persone dal Regno Unito all’Europa e viceversa. Tra questi cambiamenti ce n’è uno che riguarda la mozzarella di bufala Dop.

A proposito di ciò, il Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop, non si fa fermare nemmeno per un attimo e ha deciso subito di registrare il marchio della mozzarella anche in Regno Unito.

Queste sono state le parole del Presidente del Consorzio di Tutela, Pier Maria Saccani: “La mozzarella di bufala campana Dop continuerà a essere tutelata nel Regno Unito, anche dopo l’uscita dall’Unione europea. Il Consorzio di Tutela si è mosso per tempo e ha provveduto alla registrazione del marchio collettivo direttamente in Gran Bretagna, ottenendo anche la protezione nazionale.

“Siamo di fronte a un partner importantissimo, ecco perché il Consorzio ha già provveduto in tempo utile ad affrontare i nuovi scenari. Pertanto, in attesa che venga definita l’intesa sul riconoscimento dei prodotti Dop e Igp, ci sarà una completa tutela della denominazione”.

Il marchio mozzarella di bufala Dop, infatti, è da sempre tutelato dalla UE e, causa Brexit, rischiava di non essere più tutelato nel Regno Unito lasciando libero sfogo alla produzione dei “pezzotti”. A tal proposito, già nel 2018, il Consorzio di Tutela ha fatto pervenire all’Ukipo (l’ufficio britannico della proprietà intellettuale) la richiesta di tutela nazionale del marchio.

Così, nel 2019, la mozzarella di bufala campana Dop ha ottenuto il “Grant of Protection”, ovvero la tutela ufficiale del Regno Unito. Il riconoscimento dovrebbe mettere al sicuro il marchio, quindi, anche da eventuali tentativi di imitazione.

Potrebbe anche interessarti