Coronavirus, gli USA chiamano i medici napoletani: serve il loro aiuto per sconfiggerlo

Gli USA chiamano i medici napoletani per sconfiggere il coronavirusIn tutta Italia sono circa 70 i pazienti affetti da coronavirus curati con il Tocilizumab, il farmaco per l’artrite che, grazie alla scoperta del team di medici del Pascale e del Cotugno di Napoli, funziona anche per il trattamento della polmonite da coronavirus. La cura ha funzionato anche su persone che avevano patologie pregresse, un risultato eccezionale che ha trovato spazio anche sul New York Times.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene

Il team è stato contattato dallo staff del Roswell Park Institute, che ha chiesto la collaborazione con i medici partenopei e vorrebbe conoscere il protocollo terapeutico. Il dottor Paolo Ascierto, direttore SC Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative INT del Pascale di Napoli, ha spiegato al Corriere del Mezzogiorno che l’Aifa in tempi record ha approvato il protocollo, presto attivo. A quel punto potrà essere trasmesso non solo agli americani, ma alle nazioni di tutto il mondo.

A Napoli, il farmaco ha dato risultati positivi su 6 pazienti su 7; uno è deceduto ma le sue condizioni di salute erano estremamente gravi. Altri 3 sono in questo momento sottoposti alla cura. La Roche, l’azienda farmaceutica che produce il Tocilizumab, ne ha distribuito gratuitamente 600 flaconi in tutta Italia.

Potrebbe anche interessarti