Coronavirus. Il web si scaglia contro Striscia la notizia e il servizio su Paolo Ascierto

La puntata andata in onda ieri sera di Striscia la Notizia ha alzato un polverone contro il medico napoletano Paolo Ascierto e la sua cura contro il Coronavirus con il Tocilizumab.

Nei giorni scorsi, ha preso piede l’ipotesi di poter curare la pandemia con questo noto farmaco per l’artrite. Una scoperta rivoluzionaria che però martedì 17 è stata ridotta a brandelli da Massimo Galli, medico di Milano durante la trasmissione Carta Bianca che ha attribuito la scoperta ad una equipe cinese poi usata dai medici lombardi. Non ha spiegato, però, come mai non abbiano detto nulla tenendola per sé.

La risposta di Ascierto, è stata che il suo merito è semplicemente quello di aver sviluppato la cura presentandola all’Aifa. In modo tale da garantire la sperimentazione in via ufficiale.

Ecco allora che arriva la brutta figura televisiva. La prima, come già detto poc’anzi, in onda martedì su Carta Bianca con il Dottor Galli. La seconda, ieri sera a Canale 5 con Striscia la Notizia che ha intitolato il servizio “La figuraccia di Paolo Ascierto“.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene.

Il conduttore di Striscia, Gerry Scotti ha addirittura dichiarato, durante il servizio, che “il professor Galli gli ha dato proprio una bella lezione“. Mentre Paolo Ascierto si è sempre difeso sostenendo che la vita dei pazienti è più importante di chi ha il merito di una cura.

Insomma sembra davvero una polemica inutile su a chi va attribuita una scoperta che potrebbe rivelarsi fondamentale per vincere questa emergenza mondiale. Indignato invece il pubblico napoletano e non solo che ha lanciato l’hashtag #IoStoConAscierto.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più