Ospedale Santobono, focolaio covid nel reparto di oncologia: 6 sanitari positivi

ospedale SantobonoNonostante le vaccinazioni anti covid effettuate, Napoli è ancora una volta tristemente protagonista di un focolaio covid in ospedale. Si tratta del reparto di oncologia dell’Ospedale Santobono dove ad essere stati contagiati dal covid sono stati 4 infermieri e 2 operatori socio sanitari. A confermarlo è Antonio De Palma, Presidente nazionale di Nursing Up – sindacato degli infermieri.

Tutto sarebbe cominciato da un bambino, risultato positivo al tampone dopo aver manifestato i primi sintomi febbrili. La preoccupazione di De Palma è molto elevata, visto il rischio dei pazienti presenti in struttura: “Sembra che ci sia un cluster in atto e si teme, vista la fragilità dei pazienti presenti nel reparto, che le infezioni possano allargarsi a macchia d’olio. Mentre cerchiamo di far luce sulla delicata vicenda, con la speranza che non siano coinvolti altri pazienti e nuovi reparti, in una realtà sanitaria pubblica come quella campana già fortemente messa a dura prova dal Covid, abbiamo voluto fare il punto della situazione in merito al numero di infermieri che si sono ammalati nell’ultimo mese.

A livello nazionale, incrociando i dati Iss (Istituto Superiore Sanità) con quelli Inail, risultano 3582 operatori sanitari contagiati negli ultimi 30 giorni. I dati Inail dicono che ancora, come nel recente passato, l’85% degli operatori che si ammalano nel nostro SSN sono infermieri. Quindi oltre 3000 in un mese, una media di oltre 100 al giorno.

Doverosa quindi, più che mai, è la massima attenzione: siamo certo lontani dai 350 contagi giornalieri di gennaio scorso, ma abbassare la guardia non è assolutamente possibile, in particolare alla luce delle varianti in corso e oggettivamente di fronte ancora alle scarse misure di sicurezza che registriamo negli ospedali per il nostro personale, laddove le carenze di organico, la disorganizzazione e il recente incubo delle mascherine non a norma, ci lasciano immaginare con cognizione di causa che la situazione sia tutt’altro che rosea. Alla luce di tutto questo, ai nostri esponenti della politica, chiediamo una volta e per sempre il buon senso di evitare proclami superficiali e frettolosi“.

Potrebbe anche interessarti