Napoli, ragazzino accoltellato dopo il coprifuoco: i motivi sono futili

Napoli, ragazzino accoltellato dopo il coprifuoco: i motivi sono futiliNapoli Poteva sfociare in tragedia quanto accaduto ieri a via Arcoleo, a pochi passi dal lungomare. Un ragazzino di 16 anni è stato accoltellato da un 17enne intorno alle ore 23, quindi circa un’ora dopo il coprifuoco. Il ragazzo è stato accoltellato ad un braccio ed al fianco. Soccorso e trasportato all’ospedale Vecchio Pellegrini non è in pericolo di vita.

La polizia, intervenuta sul posto, a seguito delle prime indagini è giunta alla conclusione che l’aggressione è avvenuta per futili motivi.

Resta quindi la problematica legata ad un sostanziale disinteresse nei confronti dei ragazzi, in particolar modo in alcune zone della città. Adolescenti che non solo erano per strada nonostante il divieto di circolare scattato alle 22, ma liberi di portare con sé un’arma. Ieri sera la tragedia poteva essere doppia: una vita spezzata a 16 anni, ed un’altra – quella di un 17enne – segnata per sempre per un litigio senza importanza.

Le responsabilità delle famiglie sono evidenti, così come quelle delle istituzioni che poco fanno per evitare la deriva dei minorenni a rischio e soprattutto contro l’abbandono scolastico. Giovani lasciati a sé stessi e destinati, spesso, a restare imbrigliati nelle maglie della criminalità organizzata che si serve della loro puerile incoscienza per compiere delitti.

Potrebbe anche interessarti