VIDEO/ Disagi a Piazza Garibaldi, file di centinaia di metri per entrare in metropolitana

metro piazza garibaldi napoliSono incredibili le immagini che arrivano da Napoli, dalla stazione di Piazza Garibaldi della metro Linea 1, dove ogni giorno ci sono centinaia di persone ammassate in attesa di entrare in metropolitana. Le file sono dovute non solo all’infinito intervallo di tempo tra un treno e l’altro – minimo 20 minuti – ma anche dalle normative anti covid che consentono l’ingresso solamente a 250 persone alla volta.

Napoli – file immense nella metro di Piazza Garibaldi

In più, – sottolineano in un comunicato i lavoratori GiraService – il nuovo sistema di lettura QR dei biglietti rallenta ulteriormente le operazioni di ingresso in stazione, cosa particolarmente indicativa, considerando che da oggi i lavoratori GIRASERVICE, che fino a qualche mese fa si occupavano della distribuzione e vendita dei titoli di viaggio, non potranno usufruire più nemmeno degli ammortizzatori sociali“.

Una fila di centinaia di metri che parte dai tornelli dell’ingresso della stazione e culmina all’ingresso della Galleria, in prossimità dei primi negozi. Un disagio incredibili per tutti gli studenti e i lavoratori pendolari costretti a dover subire ogni mattina questo inferno, a causa della poca organizzazione delle aziende.

Da venerdì poi ci sarà un’ulteriore problematica da aggiungere, il green pass obbligatorio per tutti i dipendenti. Le aziende dovranno avere – si presume – personale per controllare i certificati verdi ma potrebbero subire la carenza della forza lavoro delle persone che non lo possiedono, come sottolineato dal presidente Eav Umbero de Gregorio.

La tematica del green pass è stata sottovalutata. Creerà problematiche non di poco conto.E’ un problema che è stato sottovaluto perché non sappiamo ancora se ci viene tolto o meno il 5-8% della forza lavoro. Il secondo problema è che queste persone rimarranno senza stipendio e non è una cosa marginale, è un problema sociale che potrebbe determinare proteste“.

Potrebbe anche interessarti