Guerra di camorra al Rione Sanità. I Commercianti si ribellano

Camorra Rione Sanità

Dopo gli inquietanti episodi verificatesi nel Rione Sanità la settimana scorsa arriva la coraggiosa dichiarazione di Anna Ferrara, delegata del Comune di Napoli per l’anti-racket. A tal proposito IlMattino.it scrive

«La camorra non ci fa paura. Anzi, le lanciamo un preciso messaggio: i commercianti e i residenti del Rione Sanità non vendono la loro dignità a nessuno».

Anna Ferrara, delegata del Comune di Napoli per l’anti-racket risponde così agli ultimi episodi accaduti nel quartiere. Nella notte tra martedì e mercoledì della scorsa settimana sono stati esplosi colpi di arma da fuoco contro le serrande di tre negozi al Supportico Lopez, a pochi passi dal Borgo dei Vergini. Una tra le zone “calde” della Sanità, dove da settembre è tornato l’incubo di una nuova guerra di camorra.

Tanto che cittadini e associazioni hanno scritto una lettera aperta a istituzioni, polizia e carabinieri con un invito chiaro e forte: «Liberateci dai clan». Un grido d’aiuto che si va ad aggiungere alla denuncia che Giuseppe Barbato, consigliere della III Municipalità con delega alla Sicurezza, ha inoltrato a prefetto, questore, sindaco e forze dell’ordine. Proprio Barbato e Ferrara si stanno adoperando per sensibilizzare istituzioni locali e governo nazionale, sulla faida di camorra in corso alla Sanità per la gestione dei traffici illeciti: racket e droga.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più