Pompei, il Comune vieta l’installazione del 5G: “Salvaguardiamo i cittadini”

La tecnologia va di pari passo con l’avanguardia ma, molto spesso si scontra con la salute. In un mondo sempre più tecnologico bisogna stare sempre più al passo con i tempi ed aumentare sempre la potenza dei segnali per le reti mobili e fisse. Per questo motivo nel 2019 è partito nel mondo il progetto del 5G, argomento di discussione nel bene e nel male. Molte persone infatti sono preoccupate dalle possibili radiazioni che le antenne potrebbero emanare danneggiando il corpo umano. Ma, così come potrebbe essere danno il 5G lo è anche il 4G già ampiamente presente in quasi tutto il suolo nazionale.

C’è però un Comune in Campania, parliamo di Pompei, che ha deciso di vietare l’installazione delle antenne 5G sul proprio territorio. L’ordinanza è stata firmata dal vicesindaco Andreina Esposito. Dall’ordinanza si legge:

E’ vietata a chiunque la sperimentazione o l’installazione del 5G sul territorio di Pompei in attesa dell’approvazione di un regolamento che verrà approvato dal consiglio comunale, per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti di 5G. Il fine è contenere il più possibile l’esposizione dei cittadini ai campi elettromagnetici individuando per questo siti specifici e applicando il principio precauzionale sancito dall’Unione Europea.

Lo stop all’installazione di antenne e ripetitori 5G mira a salvaguardare la cittadinanza da un eventuale pericolo e a tutelare la salute e l’incolumità pubblica in attesa di maggiori dati scientifici in merito alla nuova e controversa tecnologia di comunicazione“.

 

, ‘ ‘:

Antenna 5G arriva l’Alt dall’Amministrazione…

Pubblicato da Comune di Pompei su Venerdì 26 marzo 2021

Potrebbe anche interessarti