La maggioranza va avanti: “Ciro Borriello dimostrerà l’estraneità ai fatti”

Torre del Greco – Il sindaco Ciro Borriello è in carcere, ma la maggioranza decide di andare avanti. Non bastano accuse pesantissime, che hanno a che fare con la corruzione e gli appalti pilotati, a far fare un passo indietro all’amministrazione di Torre del Greco.

La maggioranza fa quadrato attorno al sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, e conferma la volontà di andare avanti: “Quanto accaduto – dicono gli esponenti della giunta e i componenti della maggioranza in consiglio comunale – deve farci riflettere su come sia diventato difficile amministrare una città complicata come la nostra. Detto questo però, gettare adesso la spugna significherebbe arrendersi ai problemi che attanagliano la nostra realtà, consegnando la città a un lungo e tormentato commissariamento”.

“Siamo fiduciosi – proseguono i componenti della maggioranza che finora ha sostenuto il primo cittadino – che Ciro Borriello saprà dimostrare la totale estraneità ai fatti contestati. Il nostro pieno sostegno va alla persona e all’amministratore che in queste tre anni ha cambiato il volto della quarta città della Campania, e sulla linea tracciata da Borriello proseguiremo il lavoro amministrativo fin qui avviato e che merita di essere completato”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più