Torre del Greco, scuole chiuse dopo le elezioni: l’elenco degli istituti

banchi scuola, De Amicis

In attesa di comunicazioni ufficiali da parte della Regione Campania, il sindaco di Torre del Greco Giovanni Palomba ha deciso di chiudere le scuole che ospiteranno i seggi regionali e referendum per una settimana, da venerdì 18 a mercoledì 23 settembre.

Il sindaco lo ha stabilito con un’ordinanza attraverso la quale ha disposto che i “dirigenti scolastici degli istituti comprensivi interessati rendano disponibili tali plessi, per consentire di svolgere le consultazioni referendarie ed elettorali, a partire dalle ore 14 di giovedì 17 settembre“.

Le sedi scolastiche – continua Palomba – saranno riconsegnate ai rispettivi dirigenti scolastici, terminate le attività di sgombero, pulizia e sanificazione dei locali utilizzati, effettuate secondo le prescrizioni definite dal ‘protocollo sanitario e di sicurezza per lo svolgimento delle consultazioni elettorali e referendarie dell’anno 2020’ del Ministero dell’Interno e del Ministero della Salute, entro le ore 24 di mercoledì 23 settembre“.

Nell’ordinanza è stabilito anche che il dirigente del settore Fiscalità e Patrimonio, “prima dell’insediamento dei seggi e in tutte le successive fasi delle operazioni elettorali, provveda ad una pulizia approfondita dei locali” provvedendo anche “a rendere disponibili prodotti igienizzanti (dispenser di soluzione idroalcolica) da disporre negli spazi comuni all’entrata nell’edificio e in ogni seggio, per permettere l’igiene frequente delle mani“.

La sospensione delle attività scolastiche comprende anche “tutte le altre attività connesse, per cui di fatto le scuole sedi di seggi elettorali devono considerarsi chiuse per il periodo di riferimento“, conclude l’ordinanza.

Qui l’ordinanza e l’elenco degli istituti.