“Acqua ‘e maggio, parole ‘e sagge”: cosa significa?

La saggezza popolare mostra tutta la sua infinita potenzialità per quanto riguarda i fenomeni naturali. Capita spesso, infatti, che un breve motto, un detto, una credenza tramandata da generazioni possa risultare molto più attendibile delle più sofisticate previsioni meteo. Ad esempio nessuno si aspetta mai che il mese di maggio possa essere caratterizzato da piogge tanto frequenti dal momento che è alle porte dell’estate, eppure è quasi sempre così. Alla fine ci si trova a dar ragione ad un antico detto napoletano che recita “Acqua ‘e maggio, parole ‘e sagge”.

Letteralmente questo proverbio dice che l’acqua di maggio cade con la stessa frequenza con cui arrivano le parole di un uomo saggio. Dobbiamo considerare che nella tradizione contadina, a cui questo detto si riconduce, una persona definita saggia era una in grado di dare sempre consigli e sempre pronta ad aiutare con le sue parole. Questo ci porta ad attribuire anche un secondo significato al motto.

Non si parla solo della frequenza delle piogge, ma della loro utilità. Infatti, le precipitazioni di questo mese possono sembrare una seccatura per tutti quelli che organizzano già gite fuori porta o giornate al mare, ma per la natura sono un toccasana: tantissime primizie estive non arriverebbero mai se non grazie alle piogge di maggio. Quindi, quest’acqua è tanto nutriente quanto lo sono, per lo spirito e la mente, le parole accorte di un saggio: la prima dà vita alla terra ed ai raccolti, le altre sono cibo per lo spirito.

Fonti:
– https://www.terranuova.it/
– http://www.ilserrasanta.it

Potrebbe anche interessarti