Galleria Umberto, stop ad incuria e degrado: parte il piano di riqualificazione

E’ partito questa mattina il piano di recupero della Galleria Umberto I di Napoli, da anni assediata da impalcature e divenuta dimora dei senzatetto. Per questi ultimi è prevista l’accoglienza all’interno di centri dedicati e intanto si lavora anche sul fronte della sicurezza attraverso un servizio di vigilanza.

Via al piano di recupero per la Galleria Umberto di Napoli

Un obiettivo già annunciato dal sindaco partenopeo, Gaetano Manfredi, che inserisce tra i temi prioritari della sua amministrazione quello di sottrarre uno dei luoghi più belli della città all’incuria e al degrado. Si lavorerà alla riqualificazione della pavimentazione e al restauro dell’ingresso di via Toledo, oltre al lancio di un programma di promozione, con attività commerciali e culturali, al suo interno.

I primi interventi della Polizia Municipale in sinergia con l’Asia e le associazioni per i senza dimora sono stati avviati in mattinata. Presente anche l’assessore alle Politiche Sociali, Luca Trapanese, che ha commentato: “Abbiamo la fortuna di avere circa 70 organizzazioni che lavorano per i senzatetto. L’approccio è positivo ma alcuni di loro hanno la convinzione che il luogo che hanno occupato sia casa loro quindi non riescono ad entrare nella mentalità di spostarsi”.

Un problema che ha ricevuto una risposta concreta attraverso l’ampliamento delle realtà assistenziali esistenti: “Abbiamo ottenuto 75 posti in più adesso bisogna lavorare per convincerli. E’ giusto che ognuno trovi il suo riparo ma adesso i posti ci sono e quindi dobbiamo ridare dignità a dei luoghi che fanno parte della città”.

“Al momento abbiamo quasi 400 posti letto tra associazioni, dormitori e enti privati ma siamo di fronte a un’esigenza di circa 1.800 persone quindi dobbiamo fare molto. Dobbiamo fermare questo processo di grande povertà che stiamo riscontrando in tutta Europa”.

Oltre al recupero della maestosità del luogo si lavora anche per scongiurare ogni tipo di rischio a danno dell’incolumità pubblica così come confermato dall’assessore alla Polizia Municipale e alla Legalità, Antonio De Iesu, che ha spiegato: “Destineremo una pattuglia sia la mattina che al pomeriggio fino alle 20:00. Poi con la disponibilità dei condomini contiamo di avere anche una vigilanza notturna a carico delle guardie particolare giurate”.

Potrebbe anche interessarti