Manfredi: “Vogliamo far asciugare i panni dei nostri cittadini. Questa ordinanza del divieto non esisterà mai”

gaetano-manfrediNiente ordinanza sul divieto a stendere i panni fuori ai balconi di Napoli. Come anticipato in una nota della Giunta, ora è il sindaco partenopeo Gaetano Manfredi a fugare ogni dubbio. Le indiscrezioni trapelare ieri su un documento di decoro e igiene urbana del capoluogo partenopeo vedevano tra i suggerimenti quello di eliminare la possibilità di stendere gli abiti fuori le proprie finestre.

DIVIETO A STENDERE I PANNI, PARLA MANFREDI

Una possibilità che resta come sottolineato dal primo cittadino che ha risposto alle domande dei giornalisti:

I panni stesi nei vicoli rappresentano un punto di rappresentatività un po’ della nostra città, non uno di mancanza di decoro. È ovvio che dobbiamo mantenere un confine tra quello che è la nostra tradizione popolare e l’ordine ma non credo che questa ordinanza dei panni stesi esisterà mai. I panni stesi resteranno, nessuno ha mai pensato di non stendere i panni anche perché i panni sono stesi così perché nei vicoli stretti di Napoli dove difficilmente entra il caldo del sole, solo in questa maniera si possono asciugare i panni. Dato che noi vogliamo fare asciugare i panni dei nostri cittadini credo che questa ordinanza non esisterà mai“.

DELINQUENZA GIOVANILE

Più importante dei panni stesi resta il tema della sicurezza e della violenza giovanile sul quale si è espresso Manfredi. L’ordinanza anti movida poco sembra aver fatto per ridurre la criminalità tra giovanissimi in crescita ovunque non solo a Napoli:

Più che un allarme sicurezza c’è un’attenzione. Noi stiamo vivendo in tutto il mondo una maggiore presenza di segnali di violenza urbana anche in conseguenza del lockdown e soprattutto tra i più giovani, tra ragazzini di 13/14 anni che si confrontano partendo dai social con delle risse e scontri. Dobbiamo avere grande attenzione perché questi fenomeni sono un campanello di allarme che richiedono più attenzione per un controllo del territorio e più azione sociale“.

Potrebbe anche interessarti