Napoli, pistola in faccia ai dipendenti di un pub di Pianura per rubare l’incasso

pistola pub Ennesima rapina all’interno di un pub e ristorante campano. Questa volta le vittime sono il titolare e una dipendete di un pub di Pianura che si sono visti puntare in faccia una pistola da un uomo che è entrato nel locale con un casco integrale. Momenti di terrore per i due che hanno consegnato l’incasso del sabato sera.

NAPOLI, PISTOLA IN FACCIA AL TITOLARE DI UN PUB PER RUBARE INCASSO

La denuncia è arrivata al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che racconta l’episodio e mostra sul suo profilo Facebook anche il filmato dell’aggressione:

Uno è entrato armato di pistola e con il volto travisato dal casco integrale dalla mascherina. Ha puntato l’arma in faccia al titolare e ad una dipendente intimandogli di consegnare l’incasso. L’altro, il complice, a bordo di uno scooter, attendeva all’esterno pronto per la fuga. È l ‘ennesima rapina, le cui immagini choc sono state caricate sui social media e che molti utenti hanno segnalato al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, su territorio napoletano. L’episodio in questione è avvenuto lo scorso sabato sera nel quartiere Pianura dove due malviventi hanno rapinato un noto pub. Dopo aver messo a segno il colpo, i due sono fuggiti. Poco dopo, sul posto sono giunti i carabinieri. La refurtiva è ancora da quantificare e sono partite le indagini per svelare l’identità del criminale”.

Filmato che è presenta anche nelle storie del pub bracieri Pinoga nel quale attacca il ‘fallito’ che ha rapinato il locale e anche lo Stato che pretende tasse ma noi non difende i cittadini.

LE PAROLE DI BORRELLI

L’ennesima tragedia è dietro l’angolo. Gente che se ne va in giro armata, seminando terrore e panico. Derubano la gente che lavora, non esitano a puntare armi contro gente perbene o anche bambini, come accadde durante la rapina alla pizzeria ‘Un posto al sole’ a Casavatore. Nessuno è più al sicuro, in nessun momento. Prefetto e Questore devono studiare un piano strategico per fermare questa ondata di criminalità e violenza ed il Ministro Lamorgese deve trasformare in fatti concreti le promesse fatte. Ad oggi non si percepisce alcun miglioramento sulla sicurezza sul territorio nonostante innumerevoli annunci di maggiore videosorveglianza e più uomini delle forze dell’ordine per strada”.

Potrebbe anche interessarti