“L’Arte Equestre Napolitana”, libro sull’arte equestre a Napoli. Presentazione al Maschio Angioino

NapoliSabato 3 Febbraio 2018 alle ore 16.00 si terrà presso l’Antisala dei Baroni del Maschio Angioino la presentazione del Libro “L’Arte Equestre Napolitana”, scritto da Roberto Cinquegrana che con la “Compagnia dell’Aquila Bianca” organizza nel capoluogo partenopeo la celebre “Giostra dei Sedili”, evento equestre che di anno in anno richiama sempre più visitatori.

All’evento di presentazione prenderanno parte il vicesindaco Raffaele del Giudice e l’Assessore alla Cultura Nino Daniele, oltre alla “Compagnia dell’Aquila Bianca” e tutti i partner del Rinascimento Napoletano. Durante l’evento si ripercorrerà la genesi e l’evoluzione dell’Eccellenza equestre Napoletana, e si presenterà inoltre il registro del “Corsiero Napolitano” che tanto lustro darà allo sviluppo della storia equestre sul territorio. Inoltre si presenteranno le attività per il 2018 del Comitato Cittadino che si occupa del recupero della storia e della tradizione partenopea. Alla fine presentazione verrà offerto agli intervenuti un piccolo rinfresco.

Copertina del libro e l’autore Roberto Cinquegrana.

Il libro “L’Arte Equestre Napolitana” racconta la storia equestre di Napoli, che rappresenta una della tante eccellenze che il popolo partenopeo deve conoscere. “In questo periodo di importante revisione storica, Napoli ne esce vincente, facendo scoprire un aspetto di sé completamente diverso da quello studiato sui libri di storia” – racconta Roberto Cinquegrana, autore del libro – “Il periodo che Napoli sta vivendo è definito come un secondo Rinascimento attraverso il quale Napoli riceve l’evidenza di città dal grande passato culturale e artistico”. “Una storia raccontata male, volutamente modificata, in una damnatio memoriae che ha rallentato e ostacolato lo sviluppo della società meridionale” sottolinea lo scrittore.

Cinquegrana aggiunge: “Sulla scia delle numerose pubblicazioni di rinnovata coscienza storica napoletana, si è intrapreso questo viaggio alla riscoperta di un’arte equestre che è nata a Napoli e che si è sviluppata in tutto l’allora mondo conosciuto. Di particolare interesse anche il futuro del corsiero napolitano, tipologia di cavallo protagonista per circa trecento anni, dall’arrivo aragonese al periodo borbonico, con la sua evoluzione persana e della real razza di Ficuzza”. Il libro che verrà presentato rappresenta sicuramente un viaggio importante alla riscoperta di un’ennesima eccellenza napoletana persa nel tempo.

Foto dal sito della Compagnia dell’Aquila Bianca.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più