Stalking a Quagliarella: condannato ex ispettore di polizia Raffaele Piccolo

Quagliarella

Lo stalker di Fabio Quagliarella, ex calciatore del Napoli, è stato condannato a quattro anni e otto mesi. La condanna in appello è per Raffaele Piccolo, ex ispettore della polizia postale, che inviò centinaia di lettere diffamatorie al bomber di Castellammare di Stabia. Piccolo, in questo modo, diffondeva false notizie sul conto di Quagliarella, per poi proporsi, da amico, a risolvere il caso.

Diverse lettere diffamatorie giunsero anche nelle mani di Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, e ben presto l’attaccante si vide costretto a lasciare Napoli per trasferirsi alla Juventus, nell’estate 2010: lo stesso anno in cui conobbe Piccolo. Il trasferimento venne considerato come un grande tradimento da parte dei tifosi partenopei, ma tutto è cambiato circa un anno fa quando il calciatore decise di rendere pubblica la verità.

Un incubo finito e un rapporto d’amore ritrovato con i tifosi azzurri, per il capitano della Sampdoria che ha visto Piccolo condannato in primo e secondo grado. A quest’ultimo per difendersi dalle accuse resta ora la Cassazione. Tra le sue vittime anche la star di Capri Guido Lembo, proprietario e animatore della famosa taverna Anema e Core.

Potrebbe anche interessarti